15+ Cose da vedere e fare a Sandakan – Malesia

sandakan lankayan
Foto di: Bas Leenders / Flick

La Malesia è una meta turistica che in tempi recenti ha cominciato ad espandere la sua competitività rispetto ad altre destinazioni del panorama internazionale.

Spiagge magnifiche e isole tropicali la rendono perfetta per una vacanza all’insegna del relax; per chi è un po’ più avventuriero la selvaggia foresta pluviale è il luogo adatto per entrare in contatto con la natura.

Città moderne e futuriste in contrapposizione ai piccoli villaggi nel quale è possibile osservare la popolazione autoctona, per conoscerne le abitudini, le tradizioni e la vera essenza malese.

Sandakan, conosciuta anche come Elopura, è una città del Sabah orientale.

Il nome di questa città riconduce spesso a Sandokan: pare, infatti, che questo personaggio sia nato prendendo ispirazione da questa città. Lungo la costa potrai ammirare i villaggi acquatici, abitazioni costruite interamente sull’acqua nel quale vivono principalmente pescatori.

Questo territorio è ricco di pescato e di piante da raccolto come il caffè e il tabacco ed è una località che attira molti turisti, grazie ai suoi paesaggi quasi incontaminati. Se stai pensando di partire per la Malesia, ti sarà sicuramente utile conoscere quelle che sono le principali attrazioni di Sandakan.

Sepilok Orangutan Rehabilitation Centre

E’ un centro di riabilitazione per gli oranghi rimasti orfani, all’interno del quale oggi si trovano più di settanta esemplari. Nasce per prendersi cura dei piccoli oranghi rimasti orfani a causa del disboscamento e del bracconaggio. Questo sito si estende per oltre quaranta chilometri quadrati e fornisce assistenza medica agli oranghi e alle altre specie di animali selvatici presenti nella struttura. Gli esemplari che si trovano in questo centro, seguono una dieta abbastanza monotona a cui vengono integrati solo latte e banane, per fare in modo che seguire un regime alimentare sempre uguale li stimoli a cercare del cibo in autonomia. É nato sicuramente per la cura di questi animali, ma un altro fine che persegue è quello di educare al rispetto verso questa specie i locali e i visitatori, sebbene essi non siano autorizzati ad avvicinarsi agli oranghi. A questi animali vengono insegnate delle abilità per permetterne poi la sopravvivenza nella foresta. In alcuni casi, il processo di riabilitazione è davvero molto lungo e può durare fino a sette anni; proprio per questo è importante insegnare a questi animali delle abilità, in particolar modo l’arrampicata, per essere autonomi. Una volta acquisite tutte le abilità e una volta divenuti indipendenti, gli oranghi vengono liberati per passare il resto della vita nel loro habitat naturale. Tutto ciò ti ha incuriosito e non vedi l’ora di immergerti nel mondo degli oranghi? Bene: il Centro è servito dai mezzi pubblici e ben quattro autobus passano dalla struttura. Acquistando il ticket di ingresso aiuterai a portare avanti questo progetto.

Rainforest Discovery Centre

Il Centro di scoperta della foresta pluviale ospita il Centro di riabilitazione degli oranghi e fa parte della Riserva forestale di Kabili-Sapilok. Ciò che rende molto caratteristico questo luogo è la passerella sospesa a 28 metri di altezza, dal quale potrai godere di un panorama senza eguali. É un luogo da non perdere, soprattutto se sei un appassionato della natura. Lo scopo principale perseguito da questo centro è trasmettere l’educazione ambientale a tutti i visitatori.

Labuk Bay Proboscis Monkey Sanctuary

E’ un vero e proprio santuario nel quale potrai ammirare le scimmie proboscide, un esemplare davvero buffo presente in nessun’altra parte del mondo. Questo luogo dista circa 38 chilometri dall’aeroporto di Sandakan. Le strade sono sterrate quindi il tragitto durerà circa un’ora. Una particolarità di questa scimmia è che adora l’acqua e spesso si rilassa nuotando. Per vivere a pieno questa esperienza a contatto con la scimmia proboscide, potrai alloggiare nelle strutture ricettive disponibili in loco. Il naso di queste scimmie è molto allungato, in particolar modo negli esemplari maschi: pare questa sia un’arma di seduzione per attirare gli esemplari femmina. Il loro naso è utilizzato spesso per avvertire il branco della presenza di un pericolo, attraverso l’emissione di un suono. Hanno delle code lunghissime che spesso raggiungono la lunghezza del corpo ed un quarto del loro peso deriva dalla conformazione della pancia. Un animale davvero unico, da incontrare almeno una volta nella vita.

Gomantong Caves

Se sei un tipo avventuriero e non hai paura di fare incontri particolari con insetti o animali notturni, una visita sicuramente la meritano queste grotte. Le grotte sono due, la Grotta Bianca e la Grotta Nera, entrambe casa di numerosi pipistrelli e scarafaggi. A fare compagnia ai pipistrelli ci sono numerosi altre specie di uccelli, ma anche insetti. Ciò che rende caratteristico questo luogo, è indubbiamente la montagna di guano che si trova all’interno della grotta, accumulata negli anni indisturbata. L’odore all’interno è un po’ nauseante, ma il luogo è davvero caratteristico e dovresti farci un salto.

Bornean Sun Bear Conservation Centre

E’ una struttura riabilitativa per Orsi Solari, gli orsi più piccoli del mondo presenti solo nel sud-est asiatico. É una specie minacciata continuamente dal bracconaggio e dal disboscamento, per questo motivo è stato eretto questo centro riabilitativo. Attualmente questa struttura, a circa trenta chilometri dall’aeroporto di Sandakan, ospita 43 orsi in un habitat del tutto similare a quello in cui abitualmente vivono; questo per favorire poi il loro reinserimento in natura una volta pronti. Gli orsi salvati dal 2008 superano la sessantina, alcuni dei quali sono già stati reinseriti in natura. Questa visita ti permetterà di vedere come interagiscono gli esemplari tra loro, in un ambiente ideale lontano dai bracconieri.

Puu Jih Shih Temple

E’ il più grande tempio buddhista di Sandakan, inaugurato nel 1987. Situato su di una collina a circa quattro chilometri da Sandakan, permette di godere anche di una vista panoramica sulla baia di Sandakan. Lungo la strada che ti porterà al grande tempio, sono posizionate una dozzina di statue di Buddha, il che lo rende un luogo davvero caratteristico. Una volta giunto in questo tempio, ti renderai conto della pace che lo circonda; essendo un luogo di culto tutti i visitatori osservano ma non disturbano i devoti uniti in preghiera.

Agnes Keith House

Se hai letto i libri di Agnes Newton Keith, troverai interessante questa visita. É stata, infatti, la casa di questa scrittrice ed oggi è visitatissima dai suoi ammiratori. La casa nei suoi racconti ha un ruolo primario, sebbene fu distrutta durante la guerra e subito ricostruita. Durante gli anni versava in stato di abbandono, perciò il Dipartimento del Museo Sabah la ristrutturò e la aprì al pubblico nel 2004. É arredata con una riproduzione di mobili e oggetti di antiquariato ed al primo piano è possibile conoscere la storia della Keith, della sua famiglia e dei suoi libri. La strada per raggiungere questo museo è in salita, quindi ti consiglio di andare in autobus o in taxi.

Pulau Libaran

è un’isola raggiungibile con delle imbarcazioni che partono dal porto di Sandakan. Sull’isola troverai il centro per la salvaguardia delle tartarughe che è promotore del turismo sostenibile e consapevole sull’isola. I ricercatori che si trovano sull’isola si occupano di tenere al sicuro le uova deposte dalle tartarughe. Se sarai fortunato potrai assistere alla deposizione o alla schiusura delle uova, un momento davvero emozionante. Purtroppo, non di rado queste uova vengono prese di mira dai predatori ma anche dall’uomo; per questo motivo la nursery è stata recintata e monitora le uova notte e giorno. Sull’isola indubbiamente troverai un mare meraviglioso, perciò ti consiglio di arrivarci in mattinata e pernottare nelle tende adibite ad alloggi sulla spiaggia. Queste tende sono dotate di letti in legno, quindi la notte sarà sicuramente confortevole.

St. Michael’s and All Angels Church

E’ una chiesa anglicana che fa parte del Sandakan Heritage Trails. La sua struttura è costituita da blocchi di pietra, nello specifico di granito, un materiale più economico del legno e più gradevole a livello estetico dei mattoni. Durante la guerra, i giapponesi provarono a raderla al suolo, ma alcune parti rimasero in piedi. Subito dopo la guerra fu avviata la ricostruzione e le attuali finestre in vetro colorato furono donate dagli australiani durante la commemorazione del sessantesimo anniversario dalla fine della seconda guerra mondiale. É un edificio di grande importanza, uno dei più antichi in pietra, quindi ti consiglio di farci un salto.

Sandakan Crocodile Farm

E’ la più grande fattoria di coccodrilli della Malesia. Al suo interno sono attualmente presenti oltre 3000 rettili. Se ti piacciono i rettili, in questa fattoria potrai avere un incontro ravvicinato con loro. La fattoria è a circa trenta minuti di auto da Sandakan.

Sandakan Central Market

Per conoscere bene cosa indossano e cosa mangiano le persone del luogo, come in ogni altra parte del mondo, il modo migliore è recarsi al mercato tipico. Questo mercato, nello specifico, è un’attrazione turistica molto frequentata grazie alla possibilità di trovare qualsiasi cosa, ad un ottimo prezzo. Al piano terra troverai le bancarelle di frutta e verdura e in fondo al mercato, invece, è concentrato il mercato del pesce, davvero molto ben fornito. Al primo piano, invece, ci sono le bancarelle di abbigliamento, di souvenir e di artigianato. La parte interessante è che la merce in questo piano è appesa ai muri, per questo motivo è rinominato “Mercato Sospeso”. All’ultimo piano del mercato, poi, ti imbatterai nelle bancarelle di cibo tipico. Questo è il più grande centro commerciale di Sandakan, a pochi passi dal porto.

Kinabatangan Wildlife Sanctuary

Il secondo fiume più lungo della Malesia, il Kinabatangan, attraversa l’intera regione ed è percorribile a bordo di barche di legno: questo safari acquatico è reso magico dall’atmosfera che la natura regala. Sentirai il solo fruscìo degli alberi e il canto degli uccellini. Potrai incontrare lungo il tragitto in barca oranghi, scimmie proboscide, elefanti pigmei e altre specie che popolano la foresta. Queste foreste costeggiano il fiume Kinabatangan, il più lungo del Sabah. Il Santuario della fauna selvatica funge da “corridoio protetto”, in quanto protegge l’area immediatamente accanto al fiume. Le specie presenti sono molteplici: elefanti, scimmie proboscide, oranghi, gibboni, macachi, buceri, aquiloni e tante altre. É una delle sole due aree al mondo che funge da habitat per dieci specie di primati, quattro delle quali presenti solamente nel Borneo. Tutto ciò lo rende un luogo davvero imperdibile.

Jamek Mosque

E’ la moschea più antica di Sandakan, costruita alla fine dell’Ottocento. Fu il rifugio dei musulmani durante la seconda guerra mondiale, per questo motivo è stata inserita nel Sandakan Heritage Trails, come luogo di interesse storico. Grazie alla sua posizione, è facilmente raggiungibile anche a piedi.

Rainforest Park

Un parco a circa nove chilometri dal centro della città che si estende per oltre 140 ettari, nel quale sono presenti oltre 100 esemplari di piante, una pista di jogging, un percorso naturalistico e un parco giochi per i bambini. É un ottimo luogo per svolgere attività ricreative all’aperto, a contatto con la flora e la fauna che popola questo parco.

Indah Jaya Waterpark

E’ uno dei parchi acquatici più belli della Malesia, a soli otto chilometri dal porto di Sandakan. Sicuramente, se hai voglia di rilassarti o divertirti durante il tuo viaggio a Sandakan, questo parco acquatico fa al caso tuo.

Selingan Turtle Island

L’isola delle tartarughe è una delle tre isole dedicate alla cura e alla salvaguardia di questa specie. Molto più piccola e distante di Pulau Libaran, quest’isola è un vero e proprio paradiso. Le acque cristalline e turchesi, la barriera corallina e la presenza di tartarughe durante tutto l’anno pronte a deporre le uova, la rendono un’isola magica, che dovresti visitare assolutamente. I posti sono limitati, quindi devi per forza prenotare tramite la compagnia locale Crystal Quest, ma non sono possibili visite giornaliere: bisogna trascorrere la notte sull’isola. Se sei un amante dello snorkeling, questo è il luogo perfetto nel quale potrai ammirare numerosi pesci tropicali e la meravigliosa barriera corallina.

Lascia un commento

Chiudi il menu