10+ Musei di Barcellona da non Perdere

Musei di Barcellona

Quando si parla di città “passionali” e “travolgenti” il podio di qualsiasi classifica europea è di certo occupato dal capoluogo della regione spagnola della Catalogna, ovvero Barcellona.

Con i suoi profumi intensi, la sua cultura così anticonformista, i suoi colori sfavillanti, le sue particolari architetture e la sua gente accogliente, potete sceglierla come meta per un viaggio davvero indimenticabile all’insegna del divertimento low cost.
Questa città infatti offre una grandissima varietà di esperienze da provare alla portata di tutti.

Così è possibile gustarsi una tipica paella spagnola accompagnata da una birra Estrella in uno dei tanti locali che si affaccia sui vicoli oppure passeggiare dilatando gli occhi all’orizzonte lungo la famosa Rambla da Plaça de Catalunya a Port Vell.
Barcellona è una città ricca di novità e voglia di vivere, ma che non dimentica le proprie origini.

Questo articolo si propone infatti di presentarvi tutti i maggiori musei in cui potrete “perdervi” ed assaporare la storia e la cultura catalana.

Museu nacional d’art de Catalunya

Più semplicemente conosciuto con l’acronimo MNAC, il museo nazionale dell’arte catalana ospita una preziosa collezione d’arte che spazia in un arco temporale di mille anni (dal decimo al ventesimo secolo) che affronta quindi con audacia non solo la storia antica, ma anche quella moderna.
In questo museo potrete venire a contatto con ogni genere di arte, dalla pittura, alla scultura, al disegno, alle incisioni, alla fotografia e alla numismatica.
Tra gli autori di questi splendidi esemplari d’arte si citano a titolo esemplificativo: El Greco, Velázquez, Gaudí, Dalí e Picasso.

Casa-Museu Gaudí

Situata all’interno del coloratissimo e mosaicato Parc Güell, la Casa-Museu Gaudì fu, come suggerisce il nome, la casa di Antoni Gaudí (dal 1906 al 1925).
Aperta al pubblico nel 1963, vanta un’interessante collezione di oggetti d’arredo progettati in prima persona dall’architetto.
La casa si compone di quattro piani, ma solo due di questi sono a libero accesso (il primo e il secondo): il piano interrato infatti è ad uso esclusivo dei custodi e manutentori del museo, mentre il terzo ed ultimo piano custodisce la Biblioteca Enric Casanelles, il cui accesso però è consentito solo se specificatamente richiesto e convalidato.
Entrare nella camera da letto di Gaudí, percorrere i corridoi, calpestarne il pavimento, significa immergersi completamente nella vita di questo grande artista e vi permette di tuffarvi nella quotidianità delle sue abitudini.

Museu Frederic Marès

Il nome di questo museo ci riporta ad un grande scultore: Frederic Marès.
Questo artista donò infatti la maggior parte delle opere che sono attualmente collocate al suo interno.
Fu lo stesso Marès nel 1944 ad organizzare un’esposizione delle proprie opere (principalmente a carattere medievale) all’interno di questo edificio come “regalo” alla città che amava tanto e lo aveva ospitato.
A distanza di pochi anni venne inaugurato il museo vero e proprio e Marès chiese di allestire un’apposita stanza al suo interno dove si trasferì e alloggiò.
Scegliere questo museo significa conoscere un personaggio che ha esternato il proprio amore per questa meravigliosa città e che desiderava trasmetterlo a chiunque non ne fosse a conoscenza.

Museo delle Cere

Il Museo delle cere si trova in una posizione assai strategica: percorrendo la Rambla dista circa a un centinaio di metri dal Mirador de Cólon.
È situato all’interno della neoclassica ed originaria sede della Banca di Barcellona.
Nonostante le dimensioni ridotte rispetto ai “cugini” musei delle cere di Londra e Parigi, è in grado di regalare un’esperienza unica e molto interessante.
Gli oltre 200 personaggi presenti all’interno infatti, sono curati ed accurati nei minimi dettagli e spaziano da personaggi storici, ad attori cinematografici, cantanti e molto altro.

Museu Eròtic de Barcelona

In questo museo “anticonvenzionale” avrai la possibilità di esplorare una collezione di più di ottocento “pezzi di storia” nell’ambito dell’erotismo.
Lo scopo di questo museo è di mostrare come l’erotismo in realtà sia vissuto e concepito diversamente all’interno delle varie culture e che è profondamente condizionato da questo.
Così potrete immergervi nella storia erotica antica fino all’ammaliante Cleopatra, potrete scoprire la differente concezione dell’eros tra l’Occidente e l’Oriente, potrete anche visionare sculture che rappresentano varie posizioni del Kamasutra, o scoprire come l’erotismo veniva inteso da personaggi famosi come Picasso.

Museu Marítim de Barcelona

Il Museu Marítim è un museo completamente indirizzato alla navigazione, al mare, alla scoperta e alla storia delle navi.
Per rafforzare ulteriormente la dedizione che questo museo riserva alle imbarcazioni, è allestito nei Drassanes Reials ovvero i veri cantieri navali del tredicesimo secolo, che si diramano lungo la spiaggia che bacia il mare della città.
Per una città posta sul mare le imbarcazioni erano di primaria importanza perché permettevano di collegare i mercati, le rotte marittime, i commerci e quindi questo museo racchiude uno dei capisaldi concreti della cultura catalana.

CaixaForum Barcelona

Il CaixaForum è un punto di raccolta di diverse e disparate collezioni culturali.
Nato grazie alla Caixa d’Estalvis i Pensions de Barcelona ovvero la cassa di risparmio, nonché la principale banca spagnola, ha l’obiettivo sociale di finanziare opere di crescita culturale in tutto il paese.
Allestito all’interno della Fàbrica Casaramona ai piedi del Montjuïc, ospita numerosissime interessanti opere artistiche e attività da effettuare anche in prima persona come incontri, conferenze e simili in ambito musicale, cinematografico e artistico.
Degno di nota è il “Vestibolo” ovvero un’area dove potrete venire in contatto con opere significative come la nuvola di neon di Lucio Fontana.

Museo di storia di Barcellona

Come in ogni città non può mancare il Museo di storia, conosciuto con l’acronimo MUHBA.
In questo museo sarete direttamente a contatto con i documenti originari che hanno scritto e diretto la storia del capoluogo catalano, dalle sue origini fino all’epoca moderna.
Situato principalmente in Plaça del Rei, fa capo a moltissime altre sedi dislocate all’interno della città, come i ritrovamenti romani, le terme romane, gli impianti idrici e le pompe, i punti panoramici e molto altro.

FC Barcelona Museum

Barcellona vive la passione del calcio grazie al Football Club Barcellona che vanta molti grandi e famosi professionisti.
All’interno di questo museo sarete immersi dalla storia di questa squadra e dello stadio che la ospita in casa ovvero il Camp Nou.
Grazie ad un percorso fotografico e videografico potrete entrare a far parte per qualche ora della storia sportiva di questo paese, della bellezza del sentimento puro, delle sconfitte, delle vittorie, delle delusioni, delle soddisfazioni e della bellezza che è capace di regalare la squadra del cuore ai propri tifosi.

Museo del cioccolato

Il museo è fondato dalla corporazione dei Pasticcieri di Barcellona e ha lo scopo di sostenere e mettere in pratica la vera tradizione cioccolatiera artistica catalana.
Il caposaldo di questa tradizione è costituito dalle mona de Pascua (una specie di ciambella con l’uovo al centro).
Questo museo offre un percorso davvero educativo attraverso gli oggetti originari utilizzati dai mastri cioccolatai per creare vere e proprie opere d’arte con un ingrediente così amato in tutto il mondo.
Tra le “sculture” più rappresentative potrete trovare la Pietà di Michelangelo, ma anche personaggi più “leggeri” come SpongeBob, Asterix e Don Chisciotte
Degno di nota è il ticket che vi proporranno per l’accesso al museo: una vera e propria mini barretta di cioccolata buonissima.

Museo di Arte Contemporanea di Barcellona

Il Museo di Arte Contemporanea è rivolto principalmente a opere d’arte della seconda metà del ventesimo secolo.
Progettato dall’architetto Richard Maier, ha la capacità di conformare le opere d’arte in un fluido unico con l’edificio che le ospita.
La stanza introduttiva del museo ha una forma cilindrica che si dirama in varie scale mobili che portano alle differenti gallerie artistiche.
All’interno di questo museo sarete proiettati in un’arte prettamente visiva legata alla televisione, alle fotografie, ai video, ai filmati e a diverse influenze attorno a voi che vi permetteranno di vivere un’esperienza intensa.

Lascia un commento

Chiudi il menu